Home Focus Da Pino Aprile a Carlo Taormina: il M5S apre le porte ai “poltronisti”

Da Pino Aprile a Carlo Taormina: il M5S apre le porte ai “poltronisti”

3 min read
0
0
2,707

Pasquale Napolitano

C’è l’ex avvocato di Berlusconi. Ma anche il senatore di Antonio Di Pietro. E poi c’è spazio per l’ideologo del meridionalismo in salsa napoletana incarnato dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris. Il M5S sta aprendo le porte ai personaggi in cerca di autore. E la fila è lunghissima. Il primo a sposare la causa grillina, in prospettiva di una vittoria alle elezioni politiche, è stato il sociologo Mimmo de Masi: bassoliniano di lungo corso con alle spalle un curriculum di incarichi e poltrone. Oggi, De Masi si presenta un mago scelto da Beppe Grillo per rivoluzionare, con le sue ricette, il mercato del lavoro. In coda, per un seggio in Parlamento sotto il simbolo del M5S, c’è il meridionalista Pino Aprile. Fino a pochi mesi, era uno sostenitore della rivoluzione arancione del sindaco di Napoli Luigi de Magistris. Da scrittore si è distinto per le sue tesi anti-risorgimento. Tesi che Aprile proverà ad esportare anche nell’universo grillino. Dall’ex pm al comico: il passo è stato breve. L’affinità tra il mondo grillino e quello di Antonio di Pietro è ben nota: Elio Lannutti è stato senatore di Idv, ha condiviso la stagione giustizialista incarnata dall’ex pm di Mani Pulite. Oggi Lannutti guida un’associazione contro gli abusi bancari Adusbef e guarda con interesse al mondo pentastellato. Tra i grillini di nuova generazione c’è Carlo Taormina, avvocato di Silvio Berlusconi e senatore di Forza Italia: l’avvocato del caso Cogne è uno dei più agguerriti cinque stelle. Ci sta provando da anni a sbarcare in Parlamento Rosario Trefiletti, presidente di Federconsumatori. Sarà la volta buona con il M5S? Con l’approdo di Luigi di Maio alla guida del M5s cono caduti limiti e criteri di selezione della classe politica. Ora conta solo vincere. Anche a costo di imbarcare trombati e reduci della Prima Repubblica

Load More Related Articles
Load More By La Redazione
Load More In Focus

Check Also

L’auto trasformata nella boutique delle cravatte. Ecco la storia di Giovanni, vittima della crisi

Di Arnaldo Capezzuto Giovanni Aprea, 63 anni, ha cominciato a lavorare nel settore dell…